Chat with us, powered by LiveChat

Prostaglandina PGD2 e Calvizie

“Il DHT non è l’unico colpevole della perdita dei capelli, questo “killer” dei follicoli, presente sulla cute del 98% delle persone con problemi di calvizie, è ancora più deleterio e subdolo.

La Prostaglandina PGD2 è un possibile promotore in tutti i tipi di alopecia.

E’ questa l’ultima scoperta scientifica comprovata internazionalmente che ha dato un nome alla causa più importante della calvizie, la Prostaglandina D2 (PGD2).

E’ ormai risaputo che il Diidrotestosterone (DHT) non è l’unico colpevole della perdita di capelli, infatti la calvizie è sempre dovuta ad un insieme di cause comuni e a una moltitudine di concause differenti in ogni paziente, a questo si aggiunge la Prostagladina D2 che provoca un effetto estremamente negativo sulla crescita dei capelli.

I ricercatori dell’Università della Pensylvania, hanno identificato una quantità anomala di una proteina chiamata prostaglandina D2, nel cuoio capelluto di uomini affetti da calvizie. La scoperta potrebbe portare a nuovi trattamenti per la cura della patologia. Nel modello umano e animale, gli studiosi hanno rilevato che una prostaglandina nota come PGD2, ed il suo derivato 15- dPGJ2, inibiscono la crescita dei capelli . 

In laboratorio, gli scienziati sono riusciti ad inibire PGD2, tramite un recettore chiamato GPR44 . Il recettore potrebbe diventare un promettente obiettivo terapeutico per combattere alopecia  androgenetica, sia negli uomini che nelle donne, con perdita di capelli o diradamento. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. La calvizie maschile colpisce circa 8 uomini su 10, sotto i 70 anni e fa sì che i follicoli piliferi si restringano e producano microscopici peli, di breve vita.

Le prostaglandine hanno ruoli ben definiti, in molte funzioni del corpo. Una prostaglandina chiamata F2 alpha, è nota invece, per favorire la crescita di capelli, in opposizione alla prostaglandina PGD2 che la inibisce.  Gli studi futuri si concentreranno sulle potenzialità di GPR44 inibitore della prostaglandina PGD2 e sulla funzione di F2 alpha, per nuovi trattamenti contro la perdita di capelli.”

Fonte: https://www.hairclinic.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti ed ottieni subito un buono del 10%!

Ottieni GRATUITAMENTE la tua tessera fedeltà ed inizia anche tu ad avere il Cashback ed accumulare Shopping point...
OLTRE 2000 tessere distribuite da inizio anno!!!
ISCRIVITI ORA!
close-link
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: