Chat with us, powered by LiveChat

FAQ Donna

COME INDOSSARE UNA PARRUCCA

Indossare una parrucca è molto semplice, seguite queste FAQ donna, l’unico accorgimento è scegliere una parrucca della tua taglia, in modo che stia comoda e aderente in testa. Ecco i passaggi da seguire:

1. Fissa i capelli

Se hai i capelli lunghi, ti consigliamo di raccoglierli in modo da ottenere una superficie piatta sulla tua testa. Per farlo, ti conviene dividerli in due grosse ciocche e incrociarle dietro la nuca. Per raccogliere meglio i capelli puoi anche utilizzare la “wig cap”, una cuffietta leggerissima che aiuta a creare una superfice più omogenea per la tua parrucca e assicurare una maggior tenuta.

  • Se hai i capelli corti, ti basterà pettinarli all’indietro e fissarli alla parte superiore della testa o alla base del collo.
  • Se non hai capelli puoi decidere di indossare la parrucca senza niente, oppure, se hai la pelle sensibile, puoi usare una cuffia apposita in materiali naturali
  • Se hai la frangia, fissala all’indietro con una fascia elastica, per nasconderla alla vista.

2. Indossa la parrucca

Indossa la parrucca con due mani, partendo dalla fronte e assicurandoti di allinearla in fondo alla nuca, dove finirebbe la crescita dei tuoi capelli. Assicurati anche che le basette della parrucca siano in linea con le tue ed il gioco è fatto!

Se la tua parrucca ha il Lace Front, ti consigliamo di toglierla inserendo due dita sotto le basette o dietro le orecchie per non rischiare di rovinare il tulle cinema.

Tip 1 Nel caso tu non abbia capelli è possibile assicurare la tenuta della tua parrucca con speciali adesivi creati proprio per le parrucche o protesi con tenuta forte e sicura (Cura e Manutenzione) .

Tip 2 Esistono anche parrucche con silicone antiscivolo già presente all’interno, che aderisce alla pelle e non necessita di adesivi per il fissaggio.

COME POSSO RICAVARE LA TAGLIA DELLA MIA PARRUCCA?

Qual è la taglia della tua parrucca? Per scoprirlo con esattezza bisogna misurare la testa, anche se la maggior parte delle donne (circa l’ 80-90%) ha una taglia di calotta media (average). Anche la maggior parte delle parrucche presenti sul mercato ha una taglia media (pari a una circonferenza della testa di circa 52-54 cm), regolabile per mezzo di elastici o strap in velcro.

Tuttavia ci possono essere acune persone che hanno circonferenze leggermente inferiori (solitamente bambine) o superiori alla media. Per alcuni modelli, la misurazione della testa è raccomandata per acquistare un prodotto che vada alla perfezione. Alcune delle nostre parrucche infatti hanno bisogno di un’aderenza perfetta alla testa, visto che sono pensate apposta per non spostarsi (a questo scopo sono anche foderate all’interno con silicone antiscivolo).

Per effettuare la misurazione della testa ti occorreranno un metro da sarta e un fermaglio per raccogliere i capelli.

Le misurazioni necessarie sono 5:

  • Circonferenza
  • Fronte – Attaccatura dei capelli sul collo
  • Orecchio – Fronte – Orecchio
  • Orecchio – Vortice – Orecchio
  • Tempia – Retro – Tempia

La circonferenza

Misura della testa per parrucca_circonferenzaPosiziona il metro da sarta dietro la testa, partendo dalla base del cranio, poi passa sopra le orecchie e unisci il metro da sarta davanti sulla fronte, seguendo l’attaccatura dei capelli.

Fronte – Attaccatura dei capelli sul collo

Misura della testa per parrucca_fronte-attaccatura capelliPosiziona il metro al centro della testa e misura dall’attaccatura dei capelli al centro della fronte all’attaccatura sulla nuca.

Orecchio – Fronte – Orecchio

Misura della testa per parrucca_orecchio-fronte-orecchioPosiziona il metro appena sopra l’orecchio, dove inizia la crescita dei capelli, e passa sopra la fronte, lungo l’attaccatura dei capelli, fino ad arrivare all’orecchio opposto.

Orecchio – Vortice – Orecchio

Misura della testa per parrucca_orecchio-vortice-orecchioPosiziona il metro appena sopra l’orecchio, dove inizia la crescita dei capelli (circa 1 cm sopra l’orecchio) e procedi lungo il vortice fino all’attaccatura dalla parte opposta.

Tempia – Retro – Tempia

Misura della testa per parrucca_tempia-retro-tempiaQuesta misurazione va effettuata da una tempia all’ altra passando dietro la testa orizzontalmente.

 

 

 

QUALE TIPOLOGIA DI CAPELLO SCELGLIERE

Meglio una parrucca in capello vero o in fibra sintetica? Non esiste una risposta assoluta: ogni tipologia ha i suoi pro e contro e la scelta dipende dalle diverse esigenze di chi la compra. Cercheremo di consigliarti in base alla nostra esperienza… E speriamo che tu riesca a trovare il modello di parrucca più adatto a te!

Parrucche in fibra sintetica

Parrucca fibra sintetica

Le parrucche in fibra sintetica di qualità sono indistinguibili da quelle in capello vero e sono disponibili in tanti modelli, colori e lunghezze.

Pro

Sono più economiche e il prezzo varia soprattutto in base alla lavorazione della calotta (per esempio, lace front e calotta in monofilamento sono due caratteristiche che fanno salire i prezzi) e dalle ore di lavoro necessarie per realizzarla (una o più parti lavorate a mano, tipologie di nodo, ecc.).

Sono più facili da mantenere perché la fibra, una volta lavata la parrucca e lasciata asciugare a temperatura ambiente, torna nella posizione e nella piega originale.

Contro

Non resistono al calore, quindi non si possono usare phon e piastra, che rischiano di danneggiare permanentemente la parrucca.

Non si possono né tingere né permanentare.

Rispetto ai modelli in capello vero si rovinano prima: con una corretta manutenzione si mantengono in buone condizioni per sei mesi – un anno.

Il nostro consiglio. Meglio scegliere un taglio corto: nei tagli lunghi, la fibra sintetica si rovina facilmente a causa dello sfregamento con i vestiti. Le parrucche in fibra sintetica sono consigliate alle persone che seguono una chemioterapia, visto che devono portare una parrucca per periodi brevi e possono trovare buoni modelli senza spendere cifre troppo elevate.

Parrucche in capello vero

Parrucca in capello vero

Le parrucche in capello vero sono più pregiate di quelle in fibra sintetica e utilizzano capelli per lo più indiani, orientali (cinesi in particolare) o Europei.

Pro

Con una corretta manutenzione durano più a lungo delle parrucche sintetiche.

Possono essere asciugate con il phon, essere messe in piega o piastrate, visto che resistono al calore.

Se il capello è di buona qualità si possono tonalizzare e permanentare. Si possono scurire senza problemi e in alcuni casi anche schiarire, se il capello non è già stato troppo trattato.

Contro

Richiedono una maggiore manutenzione: devono essere lavate con shampoo e balsamo specifici, preferibilmente sulla testina.

Costano di più delle parrucche sintetiche. Diversamente dal sintetico, sul prezzo finale incidono soprattutto la lunghezza del capello e la sua provenienza.

Il nostro consiglio. Le parrucche in capello vero sono adatte a quelle persone che devono utilizzarle in modo permanente, per esempio chi soffre di alopecia. I brand Future Hair e Capelli Chemio hanno pensato le loro parrucche proprio per questo tipo di clienti, studiando le calotte perché siano comode, leggere e traspiranti.

Parrucche in fibra sintetica resistente al calore

Parrucca in fibra resistente al calore

Le parrucche in fibra sintetica resistente al calore sono una tipologia nata di recente e ne esistono diversi tipi a seconda della casa produttrice. Noi per esempio proponiamo la fibra Euro Fiber, un misto di fibra sintetica e capello vero, che sopporta temperature fino a 180°, e Modacrylique, che può essere scaldata fino a 140°.

Pro

Questi tipi di fibre si rovinano meno a contatto con i vestiti e quindi le parrucche con tagli lunghi durano di più nel tempo, diversamente da quelle con fibra sintetica standard.

Queste parrucche si possono acconciare con phon e piastra.

Contro

La fibra resiste al calore ma non si può tingere.

Le parrucche con fibra resistente al calore solitamente costano un po’ di più rispetto ai sintetici standard.

Il nostro consiglio. Le parrucche in fibra sintetica sono un buon compromesso per chi desidera una parrucca di qualità ma non vuole o non può coprire il costo di parrucca in capello vero.

COME PERMANENTARE UNA PARRUCCA

Molti ci chiedono se le parrucche si possono permanentare e come eseguire questo procedimento. La risposta non è unica: dipende dal tipo di parrucca e dai capelli utilizzati: per questo bisognerebbe conoscere anche la provenienza della parrucca.

Fare la permanente a una parrucca sintetica

Le parrucche sintetiche normalmente non si possono né permanentare né mettere in piega, perché la fibra sintetica non è resistente al calore. Ci sono alcune eccezioni, nel caso le parrucche siano fatte con fibra sintetica resistente al calore. Le parrucche con fibra resistente al calore possono essere messe in piega, ma non permanentate.

Fare la permanente a una parrucca in capello vero

Le parrucche in capello vero con un po’ di attenzione possono essere permanentate. La permanente è un procedimento che utilizza sostanze chimiche per rompere i legami disolfurici del capello, per questo è meglio farlo eseguire da un bravo parrucchiere o ad un laboratorio di parrucche professionale.

Se la parrucca è già stata trattata

In alcuni casi, i capelli del donatore vengono processati in fase di produzione. Per esempio, se si vuole ottenere una parrucca liscia, ma il donatore non ha capelli completamente lisci, i capelli devono essere trattati con un relaxer a base di idrossido. In questo caso una parrucca già trattata non può più essere permanentata in seguito.

Se la parrucca è in capelli vergini

Se la parrucca è in capelli vergini, quindi mai trattati, può essere permanentata senza problemi. In ogni caso quasi tutti i capelli usati per le parrucche vengono trattati: il 90-95% dei capelli usati nelle parrucche per il mercato europeo e americano provengono da paesi come Cina o India e devono essere processati e colorati per diventare più simili ai gusti occidentali, tranne ovviamente per i nostri fantstici Capelli Vergini, i quali sono rigorosamente di origine Europea. In realtà quindi per “capelli non trattati” intendiamo capelli lisci naturali, che però possono aver subito qualche trattamento per cambiarne il colore. In generale, i capelli di colore scuro sono più resistenti e quindi più facili da permanentare.

Come permanentare la parrucca – procedimento

La scelta del prodotto. Meglio selezionare un prodotto per capelli colorati, visto che la quasi totalità delle parrucche in capelli veri è formata da capelli colorati, come spiegato poco sopra. Un altro accorgimento può essere quello di diluire il prodotto in acqua, per non avere un effetto troppo aggressivo.

Il procedimento. Avvolgere una ciocca nel bigodino della grandezza desiderata (piu’ piccolo è il bigodino, più sarà riccio l’effetto), e seguire le istruzioni del prodotto che hai acquistato. Per ottenere un effetto più naturale, può essere utile variare la grandezza del bigodino su diverse parti della parrucca.

Il tempo di posa varia a seconda della struttura del capello: i capelli più chiari necessitano di meno tempo, in media dai 10 ai 15 minuti, mentre per i capelli scuri sono necessari anche 20-25 minuti perché il prodotto faccia presa. In generale, dopo aver applicato il prodotto è meglio controllare la situazione ogni 4-5 minuti, per evitare effetti indesiderati.

Fare un test. Prima di partire con la permanente di tutta la testa, è consigliabile fare un test su una piccola ciocca, meglio sulla parte bassa della nuca. Questo serve a capire come sarà il risultato finale e ad intuire la giusta durata del processo di permanente per ottenere l’effetto desiderato. In questo modo sarai in grado di vedere come il capello ha risposto ed eviterai di rovinare tutta la parrucca se il test dovesse avere esito negativo.

 

 

COME LAVARE LA PARRUCCA?

È  una delle domande che sentiamo più spesso dalle nostre clienti, dopo aver acquistato una parrucca: come faccio a lavarla? Lavare una parrucca non è difficile, basta prendere alcuni accorgimenti, che variano a seconda della tipologia di parrucca (sintetica o in capello vero). Lavare bene la propria parrucca è fondamentale per garantirle un aspetto migliore e farla durare più a lungo nel tempo.

Ogni quanto va lavata una parrucca?

Non c’è una risposta unica a questa domanda: dipende da quanto la indossi durante il giorno e dalla vita che fai. In generale, consigliamo di lavare le parrucche ogni 7-10 giorni d’estate e ogni 15 d’inverno, quando il clima è più freddo e il capello si sporca meno.

Che prodotti usare?

Per lavare una parrucca, in fibra sintetica o in capello naturale, bisogna usare SOLO prodotti specifici. Questo perché:

  • le parrucche in capello vero sono formate da capelli veri, sì, ma che non ricevono nutrimento dal cuoio capelluto. Per questo i prodotti usati devono essere più nutrienti ed oleosi di shampoo e balsamo “normali”.
  • le parrucche in fibra sintetica si rovinano se vengono a contatto con alcool o fragranze contenute nei prodotti normali. Meglio scegliere prodotti con PH neutro.

Come lavare e asciugare una parrucca

La fase di lavaggio varia a seconda che la parrucca sia in fibra sintetica o in capello naturale, per quest’ultimo tipo è consigliabile una maggiore cura.

Come lavare una parrucca sintetica

Nota: Se la parrucca sintetica è lavorata a mano, o se ha una lunghezza oltre le spalle (si tratta quindi di un prodotto più delicato) meglio scegliere lo stesso procedimento usato per il capello vero.

  • Riempi una bacinella di acqua fredda.
  • Se occorre, spazzola i capelli con cura per eliminare i nodi che si sono formati. Non spazzolare se la parrucca è molto riccia, usare piuttosto un pettine a denti larghi o le dita.
  • Usando acqua fredda lava la parrucca con la nostra speciale linea shampoo delicato per fibra sintetica.
  • Immergi la parrucca nella bacinella e agita delicatamente senza sfregare o strofinare. Lascia la parrucca in ammollo per 5-10 minuti nella bacinella con shampoo. Agita poi per un minuto e risciacqua in acqua pulita.
  • Se la parrucca ha tracce di trucco o è sporca lungo la “hair line” (attaccatura) usa uno spazzolino da denti per rimuovere delicatamente i residui.
  • Posiziona la parrucca sull’apposita testina e lasciala asciugare a temperatura ambiente. NON usare l’ asciugacapelli, a meno che la fibra non sia “heat resistant”, cioè resistente al calore (per esempio, sono fatte con questa fibra le nostre parrucche con capello in Euro Fibra). Non spazzolare i capelli se non asciutti. Evita di esporre i capelli a calore troppo alto poiché potrebbero danneggiarsi.
  • Una volta che i capelli sono completamente asciutti,consigliamo l’uso di un pettine a denti larghi, scuotendo per prima cosa la parrucca a mano e usando le dita come punto di partenza. Procedi infine con la pettinatura desiderata.

Come lavare una parrucca in capello vero

 

  • Prima di tutto pettina la tua parrucca con un pettine a denti larghi, o una spazzola specifica per rimuovere eventuali nodi. Fallo delicatamente dalle punte, andando sempre più su fino alle radici.
  • Posiziona la parrucca su una testina. Posizionare la parrucca su una testina, rispetto a immergerla in una bacinella, aiuta ed evitare l’ inversione dei capelli nella calotta nelle parrucche lavorate a mano e a fare assorbire il balsamo ai nodi, nelle parrucche annodate a mano.
  • Per le parrucche lavorate a mano, è meglio fissare la parrucca a una testina con delle puntine, per evitare che la parrucca scivoli e che si invertano i capelli nella calotta. EVITA di usare puntine sul lace front (tulle cinema frontale) se presente e sulle linguette in poliuretano per adesivo o silicone (1)
  • Una volta fissata la parrucca o toupet sul manichino, bagnala facendo scorrere l’ acqua lungo la direzione naturale dei capelli, dalle radici alle punte. Usa acqua tiepida, e falla scorrere vicino ai capelli (2)
  • Distribuisci un po’ di shampoo nei capelli, partendo dall’alto verso il basso. Usa uno shampoo di alta qualità che non contenga solfati e parabeni. Stringi i capelli ciocca a ciocca fino fare schiuma. NON usare movimenti circolari se la parrucca ha capelli con cuticole. (3)
  • Risciacqua i capelli abbondantementeper rimuovere eventuali residui di shampo, con un getto d’ acqua che va dal vortice fino alle punte (4)
  • Applica una dose di balsamo sulla lunghezza dei capelli, evitando le radici, dove ci sono i nodi, dall’alto fino ad arrivare alle punte. Nelle parrucche lavorate a mano, dove i capelli sono annodati alla calotta, il balsamo applicato sui nodi potrebbe allentarli (5)
  • Distribuisci il balsamo ciocca a ciocca. Consigliamo di applicare il balsamo dopo ogni lavaggio con lo shampoo.
  • Risciacqua i capelli abbondantemente per rimuovere eventuali residui di balsamo, con un getto d’ acqua che va dal vortice fino alle punte (6)
  • Avvolgi la tua parrucca in un asciugamano, senza strofinare. Successivamente pettina con un pettine a denti larghi come spigato al punto 1, dalle punte alle radici.
  • Infine fai asciugare la parrucca in una stanza ventilata o a temperatura ambiente, oppure usa un asciugacapelli a temperatura non troppo alta.

Ogni 4-5 lavaggi consigliamo l’applicazione di una maschera ristrutturante.

Iscriviti ed ottieni subito un buono del 10%!

Ottieni GRATUITAMENTE la tua tessera fedeltà ed inizia anche tu ad avere il Cashback ed accumulare Shopping point...
OLTRE 2000 tessere distribuite da inizio anno!!!
ISCRIVITI ORA!
close-link
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: